Ravenna Salute

Cerca tra tutte le nostre notizie disponibili
Scarica la nostra APP per AndroidScarica la nostra APP per iPhone

Morbillo, allarme contagi: registrati 6.500 casi in tutt’Europa



E’ allarme morbillo. Stando all’Organizzazione Mondiale della Sanità, dall’inizio del 2011, si sono registarti ben 6.500 casi in tutt’Europa. Solo tra i mesi di gennaio e marzo, si sono contati 5mila contagiati, soprattutto in Francia. L’epidemia boom, però, interessa almeno 30 Paesi, e la cosa non va assolutamente presa sottogamba.
“E’ un numero molto elevato – spiega Rebecca Martin, dell’ufficio di Copenhagen dell’OMS – che non si può prendere alla leggera. Negli ultimi anni c’è stato un aumento progressivo del numero di bambini non vaccinati, e si è superata in certi luoghi la soglia che da’ vita ad un focolaio”.

Proprio per porre un argine all’epidemia, la sanità francese ha preso misure d’emergenza per vaccinate il maggior numero possibile di persone mentre i viaggiatori provenienti dagli USA e dall’Inghilterra, sono stati invitati a vaccinarsi prima di recarsi sul continente Europeo.

Il morbillo è causato da un virus, il Paramyxovirus, poco resistente fuori dall’organismo e sensibile agli agenti chimici e a quelli fisici. Il Paramyxovirus è un virus ad RNA negativo e fa parte della famiglia dei Paramyxoviridae, Genere Morbillivirus. Il morbillo è una malattia infettiva acuta con altissimo indice di contagiosità (97-98%), tanto che è molto difficile raggiungere l’età adulta senza essersene ammalati. Il bambino è contagioso da 1-3 giorni prima dell’inizio dei sintomi (e quindi 3-5 giorni prima della comparsa delle manifestazioni cutanee) fino a 7 giorni dopo la comparsa dell’esantema.

Tuttavia il morbillo può essere prevenuto tramite vaccinoprofilassi, la quale non assicura un’immunità dal morbillo, oppure mediante somministrazione di immunoglobuline sieroprofilassi. L’immunizzazione passiva andrebbe effettuata entro 6 giorni dall’esposizione e trova indicazione quasi esclusiva nei bambini di età inferiore ai 6-12 mesi, nelle gestanti e negli immunodepressi.

Elisabetta Paladini


Fonte:


I commenti dei lettori
 
Gli autori dei commenti, e non Ravenna Salute, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti
 

Pagina    


Commento #1 di: Antonella Monti

Quando si è già avuto rimani immune vero?
 
 
Commento #2 di: Erika Pressi

e i bambini che hanno fatto il vaccino?
 
 
Commento #3 di: Arsenio Lupin

ma sei proprio una fifona.........buongiorno!
 
 
Commento #4 di: Stefania Taglietti

mio marito l'aveva fatta da bambino, ma la ripresa e vi assicuro che nn era il massimo!!!!!
 
 
Commento #5 di: Antonella Monti

Buongiorno anche a te.Ehh sì c'ho un pò di ipercondria
 

Come fare per...Notizie Utili