Ravenna Salute

Cerca tra tutte le nostre notizie disponibili
Scarica la nostra APP per AndroidScarica la nostra APP per iPhone

Brunch lift, dal chirurgo estetico in pausa pranzo



Sono sempre maggiori le richieste di interventi last minute, leggeri e non invasivi, quasi invisibili, da ripetere nel tempo e che diano un aspetto di benessere, ma senza stravolgere i tratti, son quegli interventi che possibilmente si possono effettuare in pochissimo tempo e perché no allora… durante la pausa pranzo!
Da questa esigenza nasce il brunch lift, un piccolo intervento non chirurgico del volto e di rapida esecuzione. Può essere effettuato in poco meno di 1 ora e senza la necessità di anestesia generale. Il dottor Alfredo Borriello, direttore dell'unità operativa di Chirurgia Plastica dell'Ospedale Pellegrini di Napoli, da poco rientrato dal IMCAS – Congresso Internazionale di Medicina Estetica, tenutosi a Parigi – spiega le caratteristiche del brunch lift.
“Utilizzando micro-cannule flessibili e sottilissime, con pochi accessi e con la capacità di curvatura, è possibile iniettare in profondità e in maniera tridimensionale (secondo le linee ascensionali di trazione), il prodotto (acido ialuronico ad un peso molecolare elevato), ottenendo un leggero sollevamento e un moderato riempimento nelle zone degli zigomi, delle sopracciglia, delle tempie, degli occhi e della mandibola. Utilizzando il Radiesse, un filler al 100% riassorbibile che sta diventando la linea cosmetica del futuro per la correzione a lungo termine delle rughe facciali moderate e severe, si stimola addirittura la produzione di collagene naturale. Durante l’iniezione, infatti, il gel, in cui sono immerse le microsfere di idrossiapatite di calcio (CaHA), opera un'immediata azione correttiva e riempitiva. Dopo l’iniezione comincia il processo di stimolazione della produzione del nuovo collagene (neocollagenesi)”.
Entrambi i trattamenti, che interessano punti ben precisi del volto, possono esser eseguiti in 40 minuti, con un minimo di anestesia locale e senza lasciare ecchimosi visibili o traumi. I risultati sono visibili sin da subito, soddisfacenti e controllati anche a 12 mesi di distanza. Sollevare, riempire e produrre nuovo collagene? Non è un sogno, è la realtà del brunch lift che ripristina la turgidità tipica della giovane età, evitando quell’effetto del volto esageratamente tirato, che generalmente si presenta con i classici interventi di chirurgia estetica. Il dottor Alfredo Borriello consiglia però di non affidarsi al primo centro estetico ma di verificare prima con cura che ci siano dietro mani esperte.


Fonte:

 

Come fare per...Notizie Utili